Georentiamoci


>> PRIMO PIANO

BANDI

CATASTO

COMPETENZE PROF.

CONDONO CATASTALE

CONVEGNI

CONVENZIONI

CORSI

NEWS

S.C.I.A.

SEMINARI

AI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI CATANIA


Paolo NicolosiGiorno 28 febbraio 2019 ho rassegnato le dimissioni da Consigliere del Collegio dei Geometri e G.L. della provincia di Catania e, quindi, anche da Presidente. Molti amici e colleghi mi hanno telefonato allarmati chiedendomi cosa stesse succedendo al Collegio:
Tranquilli, semplicemente che sono stato eletto al Consiglio Nazionale Geometri e che quest’ultimo incarico è incompatibile con quello di Consigliere provinciale!!!



Nello scrivere le dimissioni sono stato pervaso da una forte emozione; una emozione che da tempo non provavo… una commozione incontrollabile, indescrivibile; una commozione che ti sconvolge interiormente e che si manifesta con un nodo alla gola e con il luccichio degli occhi inumiditi da una incontrollabile lacrimazione.

Con la mente sono tornato indietro di vent’anni quando varcai per la prima volta, da consigliere, la soglia della sede del Collegio che si trovava in via Giacomo Leopardi. Anche allora ero emozionato, ma per un’avventura che stava cominciando e della quale non ne conoscevo i ruoli che avrei avuto e l’impegno che avrei dovuto profondere. Allora ero lusingato e fiero della possibilità che mi era stata concessa dagli allora componenti del Consiglio presieduti dall’illustre Geom. Franco Leonardi. Da giovane consigliere, con il clima di austerità e blindatura che a quel tempo si viveva al Collegio dei Geometri, sentivo una sorta di soggezione destinata, comunque, a dissolversi gradualmente col passare degli anni. Non avrei mai immaginato che il Collegio e la categoria dei Geometri avrebbe riempito in maniera preponderante tutti gli spazi della mia vita, sottraendo molto tempo al lavoro e alla famiglia. Non avrei neanche immaginato di poter ricoprire, nel tempo, le maggiori cariche a livello provinciale sino a quella di Presidente.

Una cosa è certa: mi ero irrimediabilmente ammalato della particolare sindrome chiamata “Collegio”.

Le ormai innumerevoli tornate elettorali non le ricordo, fortunatamente, per le animate competizioni o per la conta delle preferenze ricevute; esse sono vive in me per i rapporti di cordialità, amicizia e stima instauratesi nel tempo con tutti gli iscritti, compresi i colleghi facenti parte di coalizioni a me avversarie.

Da credente quale sono, ho sempre avuto la convinzione di essere stato, nel mio lungo cammino di rappresentante di categoria, protetto e illuminato dai miei invisibili e sempre presenti “Angeli Custodi”; razionalmente, invece, sono consapevole che, soprattutto nell’ultimo lustro, un peso significativo per i traguardi raggiunti lo devo attribuire alla mia “squadra” composta dai Consiglieri che mi hanno collaborato, stimolato, incoraggiato, protetto e consigliato. Grande merito va anche al Delegato Cassa che svolge in maniera inappuntabile il suo ruolo ufficiale e che in questi anni non mi ha lesinato buoni consigli. Non posso scordare il personale di segreteria sempre paziente e collaborativo. Un grazie va agli amici/colleghi che, senza rivestire alcun ruolo all’interno del Consiglio, si sono sempre prodigati e spesi per il buon funzionamento del Collegio. Non ultimi i componenti del Consiglio di Disciplina che continuano a impegnarsi sul delicato fronte del rispetto delle regole e della deontologia professionale dei nostri iscritti. Fare “squadra con Paolo Nicolosi” non è stato solo uno slogan elettorale, ma un vero e proprio “modus operandi”, che ci ha consentito di governare, con rigore e armonia, il Collegio di Catania. Tante attività - e certe volte dico “anche troppe” - sono state organizzate dal Collegio a favore degli Iscritti, facendo risaltare l’efficienza dei Geometri Catanesi, sia in ambito nazionale e sia nei confronti delle altre categorie professionali con le quali, negli oltre sei anni di presidenza, sono stati rinsaldati e consolidati i rapporti e le collaborazioni. Anche con tutti gli enti pubblici, con i quali i Geometri giornalmente si confrontano (Catasto, Genio Civile, Soprintendenza, Vigili del Fuoco, Uffici Tecnici comunali, Tribunale, Asp….) sono stati intrattenuti rapporti di cordialità, dialogo e collaborazione. La Categoria dei Geometri, in questi anni, è stata presente in ogni tavolo tecnico con pari dignità alle altre categorie.

Credendo fermamente nel rinnovamento e disapprovando la staticità degli incarichi, avevo già programmato che, a fine mandato, mi sarei ritirato passando la “mano” a nuovi, più giovani e appassionati, colleghi; la mia elezione al Consiglio Nazionale Geometri, però, mi ha necessariamente costretto a lasciare la presidenza anticipatamente.

Approdare al CNG rappresenta motivo di orgoglio e soddisfazione non solo per me, ma anche per tutti coloro che si sono prodigati per il raggiungimento dell’ambito obiettivo prefissato, credendoci sino in fondo. In questi anni ho avuto il piacere di conoscere i rappresentanti degli altri Collegi di Sicilia con i quali si è riusciti a instaurare un rapporto principalmente basato sul rispetto reciproco, sul confronto e sul dialogo, convergendo sulla necessità di fare “Squadra”. In precedenza c’era chi del detto “dividi et impera” ne aveva fatto motivo di vita, trascurando il grave danno che tale situazione causava ai Geometri. Oggi posso tranquillamente dire che in Sicilia è “cambiata aria” e vi è un altro motto che governa le nostre attività di rappresentanti di categoria: “Unisci e lavora”. La mia candidatura al CNG, non proposta dal sottoscritto e voluta inizialmente dai 6/9 dei Collegi di Sicilia, è stata poi sposata e appoggiata da tutti i Collegi di Sicilia e aiutata anche dei Collegi di Firenze e Vibo Valentia.

Indipendentemente dagli appaganti risultati elettorali, la soddisfazione più grande è stata quella di vedere non solo i Consiglieri del mio Collegio, ma anche i presidenti e i consiglieri dei collegi siciliani, affrontare in prima persona, con il frenetico e intenso entusiasmo e passione, i momenti preelettorali.

Un nuovo sconosciuto, ma esaltante, impegno mi attende; un impegno da affrontare con serietà, professionalità e passione. Dovrò essere capace di soddisfare le aspettative di tutti coloro che hanno sollecitato e appoggiato la mia candidatura consentendomi di essere eletto, ma soprattutto dovrò impegnarmi a tutelare e rilanciare la Categoria dei Geometri che, in un momento di particolare difficoltà lavorativa ed economica, ha bisogno di tangibili innovazioni e rinnovamenti.

Lasciare il Collegio dopo oltre vent’anni di attività di consigliere certamente non mi è indifferente ed è comprensibile il mio magone; mi consola però la circostanza che la “la squadra” che lascio è coesa e seguirà un percorso già avviato e sul quale abbiamo tutti creduto e scommesso per un Collegio aperto, moderno, trasparente ed efficiente.

Paolo Nicolosi



Condividi  
 
Argomenti Associati

| NEWS |

ORARIO APERTURA UFFICIO

Avvisi

Si comunica che gli uffici di segreteria osserveranno i seguenti giorni e orari di ricevimento al pubblico:

  • mattina: dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle 12,00
  • pomeriggio: martedì e giovedì dalle ore 15,00 alle 17,00

 



Cerco/Offro Lavoro

Il Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della provincia di Catania, dopo opportuni accordi con la Careerjet, offre l'opportunità di usufruire del relativo motore di ricerca.

SEMINARI: QUALI SUGGERISCI?

BIO EDILIZIA
INNOVAZIONE
PROGETTAZIONE
RISTRUTTURAZIONE
CATASTO TERRENI
CATASTO URBANO
TOPOGRAFIA
RICONFINAMENTI
AMBIENTE
SICUREZZA
LAVORI PUBBLICI
PREVENZIONE INCENDI



Risultati
Sondaggi

Voti: 526
Commenti: 0

Finanziamenti

Bandi