CERTIFICAZIONE ENERGETICA: Italia al primo posto
Data: Venerd́, 01 luglio 2011
Argomento: NEWS


L'Italia al primo posto per la certificazione energetica I risultati del Primo Forum Nazionale sulla Certificazione Energetica  promosso dal CTI - Comitato Termotecnico Italiano e da MCE - Mostra Convegno Expocomfort, parlano di 900 mila “pagelle verdi”, un dato che non ha pari nel resto del Continente.



Sono state registrate oltre cinquecento presenze nei due giorni del Primo Forum Nazionale sulla Certificazione Energetica, che ha riscosso un successo che dimostra la grande attenzione sul tema della sostenibilità energetica nell’edilizia. Di certo un ruolo importante di sensibilizzazione l’hanno avuto le nuove richieste europee, che prevedono entro il 2020 la costruzione di edifici a energia quasi zero, una richiesta anticipata al 2018 per il settore pubblico.

Durante il Forum è stato presentato il Rapporto 2011 “Attuazione della certificazione energetica degli edifici in Italia”: lo studio che per la prima volta offre un quadro di riferimento ufficiale dettagliato e comparato sull’applicazione della certificazione energetica degli edifici a livello nazionale.

Sulla base delle conclusioni del rapporto si è articolata la discussione dei due giorni del Forum. Si è parlato, infatti, dell’esigenza di una maggiore coerenza normativa fra diversi territori, considerato ad esempio che dieci Regioni (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Marche, Molise, Sardegna, Umbria e Veneto) non hanno una legge quadro regionale sulla materia. Inoltre, solamente quattro Regioni hanno costituito un catasto regionale dei certificati energetici, ovvero Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta.

Tra gli argomenti più dibattuti vi è stato quello della figura del certificatore energetico, dei criteri per la costituzione di eventuali elenchi, della necessità di uniformare la preparazione tra le diverse regioni, così come dell’urgenza di avviare un sistema efficace di controlli.

Una maggiore informazione per i consumatori è necessaria per mettere l’accento sul valore aggiunto che la certificazione edilizia porta alle abitazioni. Senza un'adeguata comunicazione, infatti, l’intero processo rischia di essere percepito come un’ulteriore imposizione. E’ stato osservato che mentre sul mercato del nuovo una classe energetica elevata aggiunge valore alle abitazioni, nel settore dell’esistente questo processo non è stato ancora avviato, pur essendo il mercato della riqualificazione energetica la sfida più importante che attende tutto il comparto europeo delle costruzioni







Questo Articolo proviene da GeometriCT
http://www.geometrict.it

L'URL per questa storia è:
http://www.geometrict.it/modules.php?name=News&file=article&sid=450